Archivi per asher

Settima parte del racconto

“Bene” fu l’allegra risposta “forse mi farete vedere qualche nuovo colpo. Userò solo la spada, ho notato che la ferita al braccio vi dà ancora  noia e penso che non possiate usare la daga. Io abitualmente combatto impugnando un ascia nella sinistra, il mio maestro…”. “Come vuoi,” lo interruppe bruscamente il guerriero “assaltami pure  con […]

Ancora un po’

di roba scritta da me medesimo ovvero la sesta parte del racconto “Io sono Cayrin” gli rispose, esitando prima di pronunciare il suo nuovo nome, e poi rimase zitta, sentendosi stupida a non trovare le parole. Ma lui le sorrise e le  porse la mano dicendo:”Venite mia signora, ho saputo del vostro incidente, vi aiuterò, […]

A grandissima richiesta

(ovvero a richiesta di Thirrin ) ecco un’altro pezzo del racconto…che sta ormai diventando un romanzo. “Ho letto la profezia,” fu la sua risposta “il gran sacerdote venne da me e  mi portò nella cripta  sotterranea dove sono custodite le tavole di Skelos. Sapevo che non ti  avrebbero uccisa, la madre doveva sopravvivere, così era […]

Continuo imperterrito

a raccontare “Si, si” fu l’affannata risposta “naturalmente vi capisco, io stesso nelle vostre circostanze, cioè, non voglio mancarvi di rispetto, io non potrei mai essere come voi nobile signore, non mi permetterei.”. Ma Asher non lo stava più ascoltando, si girò e si diresse verso Ariel, ora doveva dirle cosa fare e doveva farlo […]

E per incrementare i vostri già brutti sogni

ecco la terza parte L’uomo si alzò dalla sedia, sfilò la lunga spada e l’appoggiò sul tavolo, si avvicinò alla sacerdotessa e si chinò esaminandole la caviglia offesa. Provò a toglierle il morbido stivaletto ma lei gemette di dolore, allora sfoderò il lungo coltello e disse: ”Dovrò tagliare la tua calzatura, la caviglia si è […]

E si continua

La posò delicatamente su una delle poche sedie rimaste all’impiedi ed entrò nella sgangherata osteria, uscendone quasi subito con un boccale ricolmo di birra. Con la mano libera prese uno dei tavoli e lo mise di fronte alla ragazza, posò la schiumosa bevanda e disse:”Comincia a berne un sorso ragazzina, credo proprio che tu ne […]

Oggi vi propino

un altro racconto, per ora solo la prima parte. Si svegliò di colpo, la mano scattò ad impugnare la corta daga che teneva sullo sgabello vicino al letto. I leggeri colpi si ripeterono, si alzò e si avvicinò alla porta lentamente, senza fare alcun rumore. Indossava già camicia e pantaloni di pelle, valutò per un […]